Dote Scuola e Contributi

Sono molte le possibilità di aiuti e contributi per chi sceglie di iscrivere i figli alla nostra scuola: si va dalla Dote Scuola alle detrazioni per i disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) fino alle riduzioni di retta.

Dote scuola

Dote Scuola è lo strumento della Regione Lombardia messo a disposizione dei ragazzi che frequentano le scuole statali e paritarie ed è articolato nei seguenti componenti:

  • Buono Scuola, finalizzato a sostenere gli studenti che frequentano una scuola paritaria o statale che preveda una retta di iscrizione e frequenza per i percorsi di istruzione;
  • Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, finalizzato a sostenere la spesa delle famiglie per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, nel compimento dell’obbligo scolastico sia nei percorsi di istruzione che di istruzione e formazione professionale.

Detraibilità degli oneri scolastici

Dall’anno 2015, per effetto della Legge 107/2015, e in virtù delle successive Leggi di Stabilità, sono state introdotte le disposizioni in materia di detraibilità delle spese di istruzione scolastica, in sede di dichiarazione dei redditi, per le famiglie con figli frequentanti le scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado sia statali che paritarie.

Per l’anno 2018 il tetto massimo di spese detraibili è di euro 786,00 ad alunno (la detrazione è pari a euro 149,34 per ciascun alunno).
Per l’anno 2019 il tetto massimo di spese detraibili sarà di euro 800,00 ad alunno.

Quali spese si possono detrarre?

  • Le rette di iscrizione e frequenza delle scuole paritarie
  • Le tasse ed i contributi obbligatori delle scuole statali
  • I contributi volontari e le erogazioni liberali a favore sia delle scuole statali che paritarie
  • Le spese per la mensa scolastica ed i servizi scolastici integrativi quali il prescuola e il doposcuola, sia per le scuole statali che paritarie
  • Le gite scolastiche ed ogni altro contributo scolastico finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa deliberato dagli organi di istituto (ad esempio corsi di lingua, teatro, ecc.)

Quali spese non si possono detrarre?

  • Materiali di cancelleria
  • Testi scolastici per la scuola secondaria di primo e secondo grado
  • Servizio di trasporto scolastico

Ogni anno la nostra scuola elabora e consegna a ciascun alunno una certificazione delle spese annuali sostenute complessivamente dalla famiglia per la frequenza scolastica da allegare come documento giustificativo in dichiarazione dei redditi.

Detrazione per disturbi dell’apprendimento

Annualmente l’Agenzia delle Entrate definisce le modalità attuative per ottenere il bonus IRPEF del 19% per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici a beneficio di alunni DSA.

 

Contributi per l’acquisto di materiali per persone con disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)

Per l’anno 2019 Regione Lombardia ha pubblicato l’Avviso rivolto ai cittadini per ottenere contributi per l’acquisto di ausili/strumenti tecnologicamente avanzati per persone con disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it.
Il contributo è riconosciuto nella misura del 70% della spesa ammissibile (spesa non inferiore a € 300,00) per: – personal computer da tavolo, portatili o tablet comprensivi di software specifici; – protesi acustiche; – adattamento dell’autoveicolo.

Tutte le informazioni sono consultabili sul sito di regione Lombardia